Hillary Clinton afferma, Musuveni ridicolo sull’omofobia

Postato il Aggiornato il

Hillary Clinton si racconta nel suo nuovo libro “Scelte Difficili”,in queste pagine il potenziale presidente degli Stati Uniti dice di essere stata ridicolizzata da Museveni sulla questione gay ,perché venne omesso una tappa del suo itinerario di viaggio in Africa.

Anche se gli Stati Uniti hanno appena imposto sanzioni sulla legge Anti-Homosexuality ed è emerso che l’amministrazione di Obama sta già lavorando per isolare l’Uganda per tre anni.

Questa è una fra le rivelazioni fatte da Hillary Rodham Clinton ,l’ex segretario di Stato americano, nel suo nuovo libro. Clinton scrive come il presidente Museveni ha ridicolizzato le sue lamentele circa la controversa normativa dell’Uganda, che penalizza i rapporti fra persone dello stesso sesso.

Il libro racconta il gran mandato di Clinton come Segretario di Stato dal 2008 fino al 2012 e fa luce sulla questione dell’Uganda sul tema dei diritti omosessuali. Clinton afferma che l’Uganda attirò la sua attenzione quando i parlamentari locali hanno intrapreso il processo ,per promulgare la legge, dopo l’uccisione dell’attivista per i diritti dei gay David Kato ,avvenuto nel 2011.

“David è stato ucciso in quello che la polizia ha definito una rapina, ma molto probabilmente è stata un esecuzione. Come molte persone in Uganda e in tutto il mondo sono rimasta basita dal comportamento della polizia e del governo che ha fatto ben poco per proteggere David dopo le chiamate pubbliche per le minacce di morte.
Ma questo era qualcosa di più che l’incompetenza della polizia”, scrive Clinton, aggiungendo che tutto questo è accaduto in un momento in cui il Parlamento ugandese stava prendendo in considerazione una proposta di legge per rendere illegale l’omosessualità come crimine punibile con la pena di morte.

Ricordiamo che Clinton ha preso più volte a cuore la situazione dell’Uganda,dopo l’arresto di alcuni attivisti di SMUG, dopo una sua visita in paese, si affrettò a farli scarcerare tornando indietro prima della partenza e rivolgendosi alle autorità. Ce la racconta la testimonianza di Kasha.

Museveni ridicolo

Clinton ha anche rivelato che quando ha parlato con il presidente Museveni , sul giro di vite dei gay in Uganda, Masuveni ha ridicolizzato le sue preoccupazioni.

Per Clinton la morte di David non è stato un incidente isolato. ” è stato il risultato di una campagna nazionale che incentivava a sopprimere le persone LGBT con ogni mezzo necessario ,ed il governo era parte di essa”, scrive.

Lei ammette che l’Uganda non è stato l’unico paese con problemi di abuso verso le persone omosessuali. Dice che la stessa cosa stava accadendo in Nigeria ,in Kenya ed in Russia, in molti altri.
Quindi a questo proposito gli Stati Uniti avevano bisogno di prendere una posizione decisa sulla questione e lei come segretario di stato ha deciso che gli US avevano bisogno di rivedere la propria politica estera ed i propri rapporti con i paesi apertamente anti-gay.

Clinton dice che prima di poter annunciare al mondo la posizione degli Stati Uniti in materia di diritti dei gay e sfatare i miti sull’omosessualità ha dovuto imparare che la Casa Bianca aveva “finalmente” approvato il cambiamento di politica tanto agognato.

Isolamento dell’Uganda

Considerando che l’annuncio della scorsa settimana sembra essere ufficialmente il punto di partenza per l’isolamento dell’ Uganda proposto dal governo americano è ormai chiaro che il processo era iniziato già molto tempo prima. Clinton affronta l’argomento e porta il lettore indietro al 2011 , quando ha fatto un discorso commovente sui diritti degli omosessuali. Prima che lei ed il suo team cominciassero a scrivere il discorso hanno dovuto capire dove sarebbe stato consegnato,”poiché questo tema delicato e sensibile sarebbe stato un maggiore problema a seconda della presa di posizione”.

Era l’inizio del 2011 e aveva un viaggio programmato in quasi ogni regione del mondo . I viaggi in Africa erano stati fissati per agosto e lei aveva considerato di andare in Uganda a presentare un discorso in memoria a David Kato, ma la cosa venne poi esclusa abbastanza rapidamente, da quanto viene scritto nel libro.

“Ho voluto evitare tutte le persone che mi suggerivano che il problema della violenza anti-gay fosse solo un problema africano, piuttosto che ammettere che è esso è più un problema globale, sarebbe come dare dei “bigotti locali” alle persone che si lamentano del bullismo negli Stati Uniti. Volevo che la storia di David diventasse un messaggio per il mio discorso.

Alla fine Clinton, ha fatto il suo discorso a Ginevra presso la sede del Consiglio per diritti umani delle Nazioni Unite durante la prima settimana di dicembre (2011) per celebrare l’anniversario della firma della Dichiarazione Universale per i diritti umani. Clinton che quando si è trattato di scrivere il discorso aveva in mente l’Uganda aveva introdotto in una prima bozza la vergogna ed il dolore rivolte ad un paese che aveva preso provvedimenti nella direzione sbagliata.

Tuttavia ,aggiunge, aver cambiato direzione è stato un errore,ma qualsiasi elenco sarebbe stato incompleto , sapendo che qualsiasi paese scelto, si sarebbe sentito in dovere di rispondere alle critiche ,molto probabilmente si sarebbe difeso con rabbia…. Volevo fare questo discorso per diventare un leader non per far scatenare la loro rabbia, ” aggiungendo che cercava l’esempio di paesi non occidentali che già avevano cercato di proteggere i diritti delle persone LGBT ,in modo da poter sfatare il mito che l’omosessualità fosse una pratica coloniale occidentale.

Come tale ha lodato la Mongolia, il Nepal, il Sud Africa, l’India e l’Argentina, la Colombia e ha citato l’ex presidente del Botswana.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...