ODIO SOTTO ACCUSA: COSA SIGNIFICA VERAMENTE LA CAUSA CONTRO SCOTT LIVELY

Postato il Aggiornato il

Il Parroco anti-gay Scott Lively sarà processato da una corte federale per crimini contro l’umanità. Egli ha cercato per mesi di far cadere il suo caso sul Primo Emendamento, ma il 1°Circuito della Corte di Appello di Boston ha negato la sua richiesta di licenziamento. Lively andrà in tribunale.

Scott Lively che vive a Springfield , Massachusetts è un 57 enne autore. avvocato, parroco e attivista anti-gay. (egli si sarebbe dichiarato un attivista pro-famiglia).Nel 1992 ha contribuito a far passare la prima legislazione anti-gay dell’America, una breve ordinanza che vieta qualsiasi sostegno all’omosessualità a Springfield, in Oregon. Ha poi scritto un libro dal nome Pink Swastika, testo che pone gli omosessuali “come veri inventori del nazismo”. Nel 1997 , ha fondato Abiding Truth Ministries in apparenza “la prima organizzazione cristiana dedicata esclusivamente ad opporsi all’omosessualità”, Per più di 20 anni, egli ha combattuto ha combattuto quello che secondo lui era una priorità , visto che l’omosessualità cercava di distruggere la società.

Mentre Lively è relativamente sconosciuto negli Stati Uniti, si diverte molto a sostenere gli stranieri, tra cui diversi leader religiosi e politici in Europa orientale e in Africa. ” La cosa più importante che ho imparato nella mia lunga carriera è quella di lotta per i valori biblici” ha scritto nel 2013 ” quella visione del mondo detta politica, non pensa localmente, pensa globalmente”, questo ha permesso a Lively di influenzare con successo altri paesi con le sue politiche anti-gay. (il ruolo di Lively era quello di fomentare l’odio omofonico in Africa , (si può vedere anche in una scena del film God Loves Uganda).

Con l’aiuto del Centro per i diritti Costituzionali Lively è stato querelato da un’organizzazione ugandese per i diritti umani, Sexuale Minorities Uganda per aver violato il diritto internazionale , contribuendo volutamente alla persecuzione degli omosessuali ugandesi e cercando di privare i membri LGBTI in Uganda dei loro diritti umani fondamentali.

Alcuni retroscena : All’inizio del 2009 dopo aver girato la Russia , la Polonia , la Lettonia , la Lituania, l’Estonia ,l’Ucraina, la Bielorussia per sostenere l’eliminazione dell’omosessualità, Levely è stato invitato da degli evangelisti in Uganda a partecipare ad un seminario dal nome :”Exsposing the Homosexuals Agenda”, il quale scopo doveva essere la tutela dei valori della famiglia. Dopo il quale Lively si sarebbe vantato che il suo intervento, aveva prodotto gli stessi effettuo di una bomba nucleare.

In un paese in cui più della metà della popolazione ha meno di 15 anni e con una cultura profondamente radicata nella comunità, dove la famiglia è fondamentale per il senso di identità di ogni individuo, Lively avrebbe predicato che gli omosessuali venivano in Uganda per reclutare i loro bambini e che avrebbero finito col strappare il tessuto stesso della società incentrata sulla famiglia, se non fossero stati fermati quanto prima, usando gli Stati Uniti come esempio di ciò che sarebbe potuto accadere.

“Questo è ciò che hanno portato gli Stati Uniti e l’Unione Europea e nessuno al momento è stato in grado di fermarli”, ha dichiarato. “Spero che l’Uganda possa”. Un legislatore ugandese ha detto , confermo l’impatto della visita di Lively “Dobbiamo sterminare gli omosessuali prima che loro sterminino la nostra società”.

Per adattarsi alla retorica di Lively i parlamentari ugandesi hanno immediatamente redatto la famigerata legge contro l’omosessualità, conosciuta anche come il disegno di legge che “Uccide i gay”, perché inizialmente comprendeva la pena di morte per i “reati” reputati di omosessualità aggravata. Il passaggio del decreto si è rivelato complicato , il primo agosto 2014 infatti, la Corte Costituzionale in Uganda ha colpito la legge per un cavillo , facendola “cadere”. Ma oggi un nuovo progetto di legge , la messa al bando per le promozioni innaturali delle pratiche sessuali innaturali sta potrebbe passare in Parlamento da un giorno all’altro.

Da quando è stata introdotta questa legislazione anti-gay e l’omofobia è sponsorizzata dallo stato , l’odio e i crimini verso le persone LGBTI sono in aumento. Se la nuova legge dovesse passare , oltre ad assicurare un clima di paranoia in cui chiunque potrebbe essere accusato di promuovere pratiche sessuali contro natura , le persone LGBTI soffriranno ancora di più. Con questa mossa dello Stato le persone omosessuali hanno più possibilità di diventare senza tetto, disoccupati, tagliati fuori dalla sanità e dai servizi legali , ostracizzati da amici e parenti, resi economicamente indigenti. Vi è anche una maggiore probabilità che possano diventare vittime di ricatti , suicidi e crimini violenti sanciti dalla “giustizia del mob'”.

Ma se i legislatori ugandesi sparano con la pistola , Scott Lively gli ha consegnato le pallottole e le ripercussioni straordinarie che ne derivano. Questo è il motivo per cui viene indicato come un favoreggiatore , per aver promosso l’odio e la persecuzione di una minoranza .

Nella sua discussione ad Agosto 2003 sui meriti del caso, Dahlia Lithwich sottolinea che gli avvocati di Lively del Consiglio Liberty , hanno sostenuto che il loro cliente non deve essere accusato di “aver violato le norme internazionali”, perché di fatto le leggi in molti paesi , sostengono la discriminazione contro la comunità LGBTI. Ma il giudice federale Micheal Posner durante il rigetto di tale appello avvenuto in precedenza , ha scritto:” il fatto che un gruppo continua ad essere vulnerabile e vittima di una diffusa e sistematica persecuzione in alcune parti del mondo , non può proteggere dalle proprie responsabilità chi commette un crimine contro l’umanità . “Nè può far passare Lively lontano dalle accuse sostenute in tutela dal Primo Emendamento. L’attuale gruppo di tre giudici ha dichiarato ;” il suo diritto di essere soccorso non è chiaro ed indiscutibile”.

Potenzialmente una pietra miliare , in quanto è il primo del suo genere ad affrontare le conseguenze delle violazioni dei diritti umani basate sull’orientamento sessuale o l’identità di genere , Sexuale Minorities Uganda , contro Scott Lively è stato portato alla Corte Federale con un solito atto secolare anche se attuale , di Alien Tort.

Uno dei primi Statuti Americani passati nel 1789 durante il primo Congresso dell’ATS , fornisce ai cittadini non statunitensi una giurisdizione competente per le violazioni del diritto internazionale . Le violazioni dei diritti umani , non facevano parte del discorso giuridico 200 anni fa , ma il 20°secolo ha assistito ad un ampliamento della responsabilità di abuso. Oggi , l’ATS è utilizzata in casi di tortura , genocidio , crimini di guerra, trattamenti inumani, la violenza contro le donne e i crimini contro l’umanità. Esso quindi, fornisce il “mezzo prezioso di ricorso per le vittime di violazione dei diritti umani “, questa è la grande importanza del processo contro Scott Lively.

Nei casi di abuso dei diritti umani vi è spesso più di un autore, ma non sempre tutti possono essere ritenuti responsabili. In Uganda la comunità LGBTI non può citare in giudizio il Presidente Yoweri Museveni o altri membri del Parlamento per persecuzione, non importa quanto questi capi possano essere responsabili nella creazione di un ambiente che sanzioni l’abuso delle minoranze. Inoltre in un contesto politico sempre ostile, gli attivisti gay ugandesi hanno meno opzioni per promuovere la giustizia , hanno potuto fare un ricorso legale contro l’americano Scott Lively a seguito dell’ATS, la loro voce può ancora essere ascoltata.

Inoltre in un caso come questo l’ATS ci insegna che i querelanti hanno un rischio fisico inferiore dal momento che il processo si terrà negli Stati Uniti. Questo aiuta a garantire tutte le virtù del caso, come la capacità di affermare che le persone LGBTI sono degne di protezione in qualsiasi parte del mondo, si auspica che non siano offuscate da successive violenze.

Gli attivisti gay in Uganda hanno intrapreso battaglie a casa e in tribunale, ma avviando una causa per i propri diritti potrebbe costargli un prezzo molto elevato , potrebbero anche morire per essa . Nel gennaio 2011 , un famoso attivista ugandese David Kato , considerato il padre del movimento per i diritti LGBTI, e anche co-fondatore di Sexual Minorities Uganda, è stato assassinato nella sua casa , dopo aver vinto una causa sulla privacy contro i fondamentalisti di destra, per difendere la comunità LGBTI. Le autorità hanno detto che non c’era nessuna connessione tra la sua vittoria in tribunale e il suo assassinio ; ma questo è discutibile. Resta il fatto che Kato è stato messo a tacere per sempre.

Come illustra il Centro per la Giustizia e la Responsabilità , ATS e i casi ricorrenti che hanno dato la “possibilità di raccontare le loro storie, e le storie di coloro che purtroppo non sono sopravvissuti “. Questi casi forniscono un mezzo per esporre gli abusi , ed inserirli nel record pubblico , per aiutare a querelare e “porre fine alla cultura dell’impunità che esiste nei loro paesi di origine”.

Poiché i casi di ATS sono cause civili , il verdetto di colpevolezza ritorna ai querelanti come premio monetario . Se condannato, Scott Lively non servirà il carcere; piuttosto dovrà pagare loro i danni. Di conseguenza alcuni sostengono che Sexual Minorities Uganda lo hanno citato a giudizio solo per i soldi, ma questo è ovviamente ridicolo. Questo caso non è una questione di soldi. Si tratta piuttosto di responsabilità pubblica. Nessun prezzo può essere posto su di un numero di persone che hanno sofferto per via della “bomba nucleare ” di Scott Lively.

Adattamento e traduzione del testo

Tobias Pellicciari

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...