Unione Europea

Corte di Giustizia dell’Unione Europea

Postato il Aggiornato il

(richiedenti asilo)

L’Avvocato generale Sharpston ritiene che in sede di verifica secondo l’orientamento sessuale di un richiedente di asilo , gli Stati Membri non abbiano la libertà di azione ,ma che quest’ultima sia vincolata dalla Carta dei diritti fondamentali.

Sebbene gli Stati Membri hanno il diritto di verificare la credibilità di tali affermazioni, certi metodi di verifica, quali esami medici o considerati tali, interrogatori invadenti o richieste di prove di una possibile attività sessuale , queste azioni sono tutte incompatibili con la Carta dei Diritti .

Leggi il seguito di questo post »