Ultimi Aggiornamenti degli Eventi

COMBATTERE LO STIGMA PER PROTEGGERE LA SALUTE MENTALE DEGLI ATTIVISTI PER I DIRITTI UMANI AFRICANI

Postato il

cropped-pride_uganda-2016-crop-cq5dam_web_1280_1280_jpeg.jpg

I difensori dei diritti umani in africa affrontano sfide significative nel superamento dello stigma sulla salute mentale per poter ottenere un aiuto. Contribuiamo a diffondere informazioni sul tema e invitiamo a partecipare al dibattito sulla salute mentale degli attivisti per i diritti LGBTI.

Molti paesi hanno acconsentito ad addomesticare un regime in espansione sui trattati internazionali dei diritti umani nelle rispettive giurisdizioni. I difensori dei diritti umani sono emersi negli ultimi decenni per monitorare la discriminazione e gli standard di violenza della società ed alcuni sistemi forti della terra. Ma questo tipo di lavoro molto conflittuale non è senza costi, alcuni dei quali sono personali .

Leggi il seguito di questo post »

I RICHIEDENTI ASILO LGBTI MANCANO DI UN SOSTEGNO ADEGUATO

Postato il Aggiornato il

7agcortedigiustiziaeuropea

Numerosi gruppi di lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuali (LGBTI) sono arrivati in Europa per fuggire alle persecuzioni nei loro paesi d’origine, ma le barriere che impediscono loro di ricevere asilo e protezione a cui hanno diritto sono ancora molte. Questi sono alcuni dei risultati dell’ultima relazione FRA sulle preoccupazioni rivolte ai diritti umani fondamentali legati all’immigrazione in alcuni Stati membri della UE. Nella relazione esamina alcune difficoltà che i richiedenti asilo LGBTI devono affrontare al fine di attirare l’attenzione sulle molte lacune sulla loro protezione.

Leggi il seguito di questo post »

CIDH CONDANNA IL NUMERO ALLARMANTE DI OMICIDI DI PERSONE LGBTI AVVENUTI DALL’INIZIO DELL’ANNO

Postato il Aggiornato il

CIDH-duiren-wagua-lopez-2

Washington DC – La Commissione Inter-Americana sui Diritti Umani (CIDH) condanna il numero allarmane di omicidi perpetrati a danno di lesbiche, gay, bisessuali e transgender(LGBT) nella regione e sollecitata gli Stati ad indagare su tali decessi con un approccio differenziato e non lasciarli impuniti. La Commissione esprime la sua preoccupazione perché dalle notizie che sono state divulgate dall’inizio dell’anno ci sarebbero stati almeno 41 crimini nei confronti delle persone LGBT in Argentina, Brasile ,Colombia, El Salvador, Stati Uniti, Venezuela.

Leggi il seguito di questo post »

FINE DELLA STERILIZZAZIONE FORZATA PER LE PERSONE TRANSGENDER

Postato il Aggiornato il

La Corte europea dei Diritti dell’Uomo, oggi 7 aprile 2017, ha rilevato che il requisito di sterilizzazione in riconoscimento del genere legale, viola i diritti umani. Per via di questa decisione l’Europa costringerà i restanti 22 paesi che utilizzano l’obbligo di infertilità a cambiare le loro leggi.

Leggi il seguito di questo post »

L’ORA DEL CAMBIAMENTO

Postato il Aggiornato il

transgender1_no_text

Con la sentenza emessa in data 5 novembre, la Consulta mette la parola fine all’annosa questione dei requisiti necessari per il mutamento del sesso, stabilendo che la legge non impone alcun intervento chirurgico quale presupposto per la rettificazione anagrafica.
Si tratta di un esito per nulla scontato, la Corte ricostruisce adesso in termini evolutivi il tessuto normativo, ripensando la normativa del 1982 come “l’approdo di un’evoluzione culturale ed ordinamentale volta al riconoscimento del diritto all’identità di genere, quelle elemento costitutivo del diritto all’identità personale, rientrante a pieno titolo nell’ambito dei diritti fondamentali della persona (art. 2 Cost. art. 8 della CEDU).
(Articolo29)

L’ORA DEL CAMBIAMENTO

L’associazione International LGBTI Support – Human Rights vuole dare voce alle persone transgender, perché crede sia arrivato il momento del cambiamento. Chiedendo a voce alta una legge che permetta a tutte le persone trans la rettifica dei dati anagrafici senza bisogno dell’intervento chirurgico.

Leggi il seguito di questo post »

CIDH esprime preoccupazione per le battute d’arresto nella protezione federale a studenti trans degli Stati Uniti ,non conformi al proprio genere.

Postato il Aggiornato il

Washington, DC – La Commissione Inter-Americana sui Diritti Umani (CIDH) esprime la sua profonda preoccupazione con una lettera rilasciata dal Ministero della Pubblica Istruzione e il Dipartimento degli Stati Uniti di Giustizia del 22 febbraio 2017, che informa le scuole di tutto il paese che ricevono fondi di pensione federale delle nuove linee guida applicate agli studenti trans, dopo che il decreto emesso lo scorso 13 maggio 2016 da queste stesse agenzie è stato revocato con una misura attuata dal governo degli Stati Uniti e che era importante, come la protezione federale che garantisce la non-discriminazione, l’inclusione, l’accettazione ed il riconoscimento globale dell’identità di genere delle persone transgender e di quelli non conformi al proprio genere che studiano nelle scuole.

Leggi il seguito di questo post »

DOVE SONO I LUOGHI DEL MONDO DOVE E’ PIU’ DIFFICILE ESSERE GAY O TRANSGENDER?

Postato il Aggiornato il

I dati sono a macchia di leopardo, quindi è difficile ottenere un quadro reale del livello di rischio globale. Ma anche alcune delle nazioni con leggi più restrittive stanno facendo dei passi in avanti.

Dove sono i luoghi più pericolosi al mondo per essere ,gay, lesbiche, bisessuali o transgender (LGBT)? Non è una domanda a cui è facile rispondere.

Jessica Stem, direttore esecutivo a titolo definitivo presso un gruppo di pressione internazionale dice che: ” I dati completi sui crimini d’odio e di violenza sponsorizzata dalla Stato contro le persone LGBT sono ancora inesistenti in molti paesi “. “La violenza più consistente tende ad essere nei paesi dove non vi è un minimo di documentazione da parte del governo, e meno presenza di una società civile”.

Leggi il seguito di questo post »